HTGAWM – 6×05 | Recensione (attenzione a spoiler)

La 6×05 di HTGAWM si intitola: “We’re all gonna die“. Sappiamo chi ha aiutato Laurel.

A quanto pare, Laurel non stava collaborando con il fratello Xavier il quale, come Frank, non riesce a trovarla. Frank è in gravi condizioni, ma in un momento di lucidità riesce a dire il nome di “Laurel”. Inoltre, tramite Xavier scopriamo che nel gruppo dei ragazzi di Keating c’è un informatore dell’FBI. A chi si sta riferendo?

Finalmente Nate ha detto ad Annalise che sta “collaborando” con l’FBI. Infatti, gli agenti gli hanno proposto un accordo. E ancora, Nate pensa che Tegan abbia a che fare con le torture che Frank ha subito. Diciamo anche basta a questa ossessione di Nate.

In questa puntata conosciamo anche Cora, la donna dalla quale Tegan sta divorziando. Le due, almeno secondo me, hanno molto in sospeso e sono sicura che Cora si vedrà molto più spesso nelle prossime puntate.

Annalise

Michaela e il padre stanno costruendo un rapporto di “padre – figlia”. Peccato che Michaela avrebbe chiesto dei soldi al padre.

Annalise ha finalmente ammesso a se stesso di essersi lanciata tra le braccia di Sam perché aveva paura di essere gay, di non essere accettata dalla società, di amare liberamente Eve.

Ho due teorie a questo punto. Il nome di Eve sta tornando a galla troppo spesso e penso che il suo personaggio possa tornare da un momento all’altro. La seconda teoria è che possa nascere qualcosa tra Annalise e Tegan.


Attenzione SPOILER

Sul letto dell’ospedale Frank dice a Bonnie di amarla.

Annalise avrebbe aiutato Laurel a scappare.


Per le altre recensioni:

Vi aspetto alla prossima recensione di HTGAWM

Rispondi