Il 5G fa male alla salute? Proviamo a capire

Il 5G è ormai realtà in diverse città italiane. Come era prevedibile, molti sono stati i dubbi sollevati su questa nuova tecnologia. La costruzione delle nuovi reti 5G ha riportato a galla le precauzioni sulla pericolosità delle radiazioni. Esempio eclatante di questi timori è stata proprio l’ordinanza del sindaco di Scanzano Jonico che, con un ordinanza, ha vietato l’installazione delle antenne.

Quali sarebbero i rischi per la salute?

I rischi sarebbero legati alla massiccia esposizione dell’uomo ai campi elettromagnetici, generati da cellulari, antenne, ma anche dagli stessi elettrodomestici. La nostra salute sarebbe a rischio vista la penetrazione delle onde radio nei nostri tessuti e alla vibrazione delle molecole elettricamente cariche.

  Alcuni esperti hanno espresso i loro timori su un possibile legame diretto tra il 5G e lo sviluppo di tumori (mai effettivamente dimostrato né per il 3G e né per il 4G). Già alcuni studi sono stati effettuati sono stati effettuati tra utilizzatori di smartphone e non e non è emersa una correlazione diretta tra incidenza di tumori al cervello e uso di dispositivi mobile.  

Per concludere

La Federal Communications Commissione (agenzia governativa statunitense che si occupa di telecomunicazioni) ha dichiarato che non c’è alcun pericolo con i nuovi smartphone 5G.

Anche in Italia si è pronunciata a favore l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni con il Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze.

A favore del progresso della tecnologia, anche l’Istituto Superiore di Sanità, pubblicando un report dal titolo “Radiazioni a radiofrequenze e tumori: sintesi delle evidenze scientifiche. Vi lascio il link: http://old.iss.it/binary/publ/cont/19_11_web.pdf

Voi siete pro o contro 5G?


Dove seguire In Breve e rimanere sempre aggiornato sui nuovi articoli:

Tag:

Rispondi